E SE IL PICCOLO


logo_0

UN INEDITO SPETTACOLO DI DANZA E PROSA (liberamente ispirato a “Il Piccolo Principe” di Antoine De Saint Exupéry)

LO SPETTACOLO
Uno spettacolo di danza e prosa, dall'aspetto e dalla struttura agile e scorrevole e nello stesso tempo intensa ed emozionale dove, attraverso il testo e la colonna sonora molto cinematografica, si vuole, senza alcuna presunzione, strizzare l'occhio alla poesia.
Liberamente tratto dal grande capolavoro di Antoine De Saint – Exupéry un viaggio nel sogno, adatto ai ragazzi ed ad un pubblico adulto in un atto unico, con la possibilità di diventare anche uno spettacolo in due atti.
Lo spettacolo “E se il Piccolo” ha debuttato in Prima Nazionale nel febbraio 2012, ne è seguito un Tour nel 2013 raccogliendo ottimi favori di critica e pubblico.
“Una visione trasversale di una storia che ha affascinato intere generazioni, un viaggio trasognato fra testo e danza, essenziale e simbolico – cosi afferma il coreografo e direttore artistico, Tony Lofaro – Abbiamo voluto rimescolare la storia per farla rivivere nelle parole e nella voce di un unico personaggio femminile.

E se il Piccolo
E se il Piccolo
E se il Piccolo
Attorno a lei presenze fantastiche, spogliate dell’aspetto favolistico divengono maschere danzanti dalle sensazioni umane, mentre un bambino cresce ed impara a vivere”
Cinque interpreti in scena di grande bravura e talento affidati alla maestria, creatività e sperimentazione di Lofaro, danno vita ad una selezione di personaggi chiave del viaggio del Piccolo, raccontando la propria personalità attraverso l'uso del corpo.
La visione al femminile di tutta la storia, vera struttura e vera stravaganza dello spettacolo, offre al pubblico gli strumenti necessari affinché ognuno, con la propria sensibilità e la propria esperienza, possa cogliere quel che meglio crede, proprio come lo stesso romanzo ha suscitato per anni ed anni in intere generazioni di giovani lettori.

“E se il Piccolo” sostiene con orgoglio il progetto di AMREF (African Medical and Research Foundation) “Stand Up for Africa Mothers”, che si propone di migliorare lo stato di salute in Africa attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità locali e formare 15.000 ostetriche entro il 2015 e contribuire alla riduzione della mortalità materna in Africa del 25%.

E’ attualmente la più grande organizzazione medica del continente africano. “Il mondo degli adulti, tanto lontano e affascinante agli occhi di un bambino e la disillusione dell’infanzia, dolce nostalgia di chi quel tempo lo ha già dimenticato.

E se il Piccolo Principe … diventasse grande?”